venerdì 22 ottobre 2010

NINNA NANNA dedicata a Martina ,il mio sole :)

Ninna nanna,piccolo fiore,
ninna nanna mio grande amore!
Quando apri i tuoi occhi contenti,
due laghetti mi fissan ridenti.
Quando stringi con forza il mio dito,
nel mio petto risuona il  tuo vagito.
Quando gorgheggi come una rondinella,
mi fai capire come la vita  è bella.
Quando sorridi con la boccuccia a cuore,
dentro di me esplode l’amore.
Ninna nanna piccolo fiore,
ninna nanna mio grande amore!
Quando ,da grande,mi leggerai,
per il mio affetto capirai,
che l’amore di nonna,vicino sempre avrai!

Ninna nanna


La Nonna di Giovanni Pascoli

Tra tutti quei riccioli al vento, 
tra tutti quei biondi corimbi, 
sembrava, quel capo d'argento, 
dicesse col tremito, bimbi, 
sì... piccoli, sì... 
E i bimbi cercavano in festa, 
talora, con grido giulivo, 
le tremule mani e la testa 
che avevano solo di vivo 
quel povero sì. 
Sì, solo; sì, sempre, dal canto 
del fuoco, dall'umile trono; 
sì, per ogni scoppio di pianto, 
per ogni preghiera: perdono, 
sì... voglio, sì... sì! 
Sì, pure al lettino del bimbo 
malato... La Morte guardava, 
La Morte presente in un nimbo... 
La tremula testa dell'ava 
diceva sì! sì! 
Sì, sempre; sì, solo; le notti 
lunghissime, altissime! Nera 
moveva, ai lamenti interrotti, 
la Morte da un angolo... C'era 
quel tremulo sì, 
quel sì, presso il letto... E sì, prese 
la nonna, la prese, lasciandole 
vivere il bimbo. Si tese 
quel capo in un brivido blando, 
nell'ultimo sì.

martedì 19 ottobre 2010

Un solo mondo.wmv

Poesia di NAZIM HIKMET :da Poesie d'amore

E' l'alba.S'illumina il mondo
come l'acqua che lascia cadere sul fondo
le sue impurità.E sei tu , all'improvviso
tu , mio amore , nel chiarore infinito
di fronte a me.

Giorno d'inverno , senza macchia ,trasparente
come vetro.Addentare la polpa candida e sana
d'un frutto .Amarti ,mia rosa , somiglia
all'aspirare l'aria in un bosco di pini.

Chi sa , forse non ci ameremmo tanto
se le nostre anime non si vedessero da lontano
non saremmo così vicini , chi sa ,
se la sorte non ci avesse divisi.

E' così , mio usignolo ,tra te e me
c'è solo una differenza di grado:
tu hai le ali e non puoi volare
io ho le mani e non posso pensare.

Finito,dirà un giorno madre Natura
finito di ridere e piangere
e sarà ancora la vita immensa
che non vede non parla non pensa.

Il mondo che amo.

In questo video ho voluto contrapporre due aspetti del nostro mondo.
Quello che amo particolarmente
con monti maestosi,vette innevate,ghiacciai perenni,cielo limpido ,acqua cristallina e fresca,animali liberi perfettamente inseriti nel loro habitat,vegetazione rigogliosa,fiori spontanei ed ormai rari;dove il silenzio prevale,rotto solo dai molteplici canti degli uccelli ,dai versi degli animali,dal frinire e dal ronzio degli insetti,dallo scroscio delle cascate,dal gocciolio e dallo scorrere dei ruscelli,dallo stormire delle foglie,dai rami che scricchiolando cadono per vecchiaia o per l’eccessivo peso della neve!
E l’altro,molto ben delineato nella canzone,quello in cu viviamo quotidianamente,dove non c’è pace,ma vita,dove le città caotiche son immerse nella nebbia,un mondo che non ha confini,dove” tutto è falso,tutto è vero,tutto è chiaro,tutto è scuro”,il mondo che comunque amiamo nelle sue contraddizioni,perché è il nostro,a cui apparteniamo ed in cui viviamo ….nell’eternità.
Canzone “Mondo”,cantata da Cesare Cremonini e Jovanotti,dall’album singolo “Mondo”,da i Tunes.
video
Immagini da Google.

lunedì 18 ottobre 2010

"O voi che cercate quanto vi è di più alto e di più perfetto,
nella profondità della sapienza,
nel tumulto dell'azione,
nel buio del passato,
nel labirinto del futuro,
nelle tombe e al di sopra delle stelle!
Conoscete il suo nome?
Il nome di ciò che uno e tutto?
Il suo nome è bellezza".

(Friedrich Hölderlin)